Pages

mercoledì 31 agosto 2011

40 anni .... non si possono "bolinare"!

Ragazzi credetemi se vi dico che questa è stata una delle torte più complicate che io abbia mai fatto, quando ieri l'ho consegnata penso di aver lasciato lì anche un paio di kiletti, che in realtà non ci stanno male....ma avrei preferito perderli diversamente!! L'impresa come vi dicevo è stata ardua, io e Nicoletta la moglie di Francesco, il festeggiato, ci siamo dovute prima scervellare per trovare un tema simpatico , ma non troppo ovvio per la torta e poi però una volta che l'abbiamo trovato sono cominciati i "miei" guai......il KITESURF!!!Quando Nicoletta mi ha detto che lo sport praticato dal marito era questo, per un momento ho pensato di morire....come avrei potuto mantenere in piedi la vela,l'aquilone o quella cosa lì che vola???Il panico mi ha assalito,ma poi studia e ristudia le soluzioni vengono sempre....dopo quindicimila tentativi ma alla fine ci sono riuscita, NON A FARLO VOLARE ma quanto meno a farlo reggere in piedi che considerato il caldo tropicale che c'è da queste parti, è quasi come gridare la miracolo!!!

L'idea è quella che Francesco non essendo riuscito a "bolinare" i suoi 40 anni (questi 40 anni proprio non gli vanno giù!!) sia finito su un'isola deserta! Vi chiederete anche perchè ha una camicia e le pantofole, ve lo spiego subito....

Nicoletta dice che suo marito è un pantofolaio, uno comodo che preferisce il divano alle uscite serali, mentre la camicia fa parte di lui, non ha magliette, lui scende anche in spiaggia con la camicia...che fa anche un pò figo o no??

Alla fine eccola qui la "mia fatica" ma per me l'importante è che sia piaciuta al festeggiato e alla sua dolce moglie, per quanto mi riguarda quindi la ricompensa più grande è quella di aver partecipato e se è possibile aver reso più "bello" questo giorno così importante per voi!!
grazie di cuore

Bia

domenica 14 agosto 2011

Esperimenti di cupcakes e un film meraviglioso......

Ma che giornatina entusiasmante!
Presa dalla noia estiva (quest'anno niente ferie!) mi sono ritrovata in cucina, ero da un pò di giorni a riposo dai fornelli e soprattutto dal forno, ma la voglia di rimettere le "mani in pasta" ha preso il sopravvento e non ho saputo/potuto dire di no!
Allora eccomi lì, ho aperto il frigo e mi sono guardata un pò in giro e ho dato sfogo alla mia fantasia....
Una base sicura ce l'avevo "tanta voglia di CUP CAKES"....ma non dei soliti,volevo qualcosa di diverso!
La voglia di novità mi ha spinto a cimentarmi in nuovi gusti alla ricerca di nuove sensazioni....
In questo posto un pò dimenticato da Dio (dove abito in questo periodo non ci sono grandi supermecati nè negozi molto forniti) bisogna accontentarsi di quel pò che c'è, ma questo non preclude la possibilità di riuscire in nuovi esperimenti...!
Anche una passeggiata nei boschi può rivelarsi molto fruttifera, infatti ho trovato delle splendide more da far invidia al più fornito dei fruttivendoli cittadini! In casa avevo anche della pasta di frutti di bosco ed ecco il 1° gusto per i miei cupcakes!
Per il 2° un pò di cocco essiccato,della menta (hierba buena di mio cognato importata direttamente da Cuba) e un pò di scorza di limone.
E in ultimo un gusto ottenuto da un pò di "residui bellici" (ma ancora buoni da mangiare...non preoccupatevi!) sparsi per la cucina un pò di Nesquik e delle M&M , che fortunatamente mia figlia ha dimenticato di portare con se prima di partire al mare con i nonni!!ihihih!
Ragazzi che magnifico profumino!!Un'esplosione di gusti e sapori si è subito sparsa per casa!!Gnam!Gnam!
Inebriata e contenta per essere ritornata di nuovo nel mio regno, la cucina , e di essere riuscita nell'esperimento, mi stavo godendo la seratina con gli amici che ci erano venuti a trovare offrendo loro i miei cupcakes, e proprio mentre pensavo che la giornata non potesse andare meglio di così, ho acceso la tv e trovo il film di cui tanti mi avevano parlato, ma che ancora non ero riuscita a vedere Julie&Julia, un film coinvolgente a tratti commmovente, nel quale mi sono rivista per molti versi e forse per questo motivo  l'ho sentito subito mio...trovare tra le pagine di un libro di cucina, qualcosa che sia cibo per la propria anima e da lì trovare il coraggio di volare verso un futuro diverso, che è tuo da sempre e ti appartiene!Io questo mio mondo l'ho trovato quando pensavo che ormai non ne avessi più uno, è questo ed è mio!Lo riconosco ogni qualvolta lavoro su una torta, ogni qualvolta guardo gli occhi di chi la riceve, la ritrovo negli occhi di chi mi ama che vede una donna felice e realizzata e nei miei occhi quando mi guardo e riconosco che sto andando nella giusta direzione!Ah!

A mio marito che mi sostiene amorevolmente in questa avventura e in tutte le cose della vita
                                          "tu sei il burro sul mio pane e il pane della mia vita".
Bia

lunedì 1 agosto 2011

ancora un addio al nubilato....ma questa volta...

Questa volta" L'addio al nubilato "  l'abbiamo reso più romantico,meno tragico rispetto alle lavatrici e alle aspirapolveri dello scorso week end ....
Questa è la torta che ha voluto  Annalisa per sua sorella Ida, prossima sposina innamorata ovviamente di Pasquale ma anche tanto dei girasoli...
Auguri speciali ai due futuri sposini e un abbraccio ad Annalisa!
Bia