Pages

giovedì 30 agosto 2012

Una dolce Tweety cake per la piccola Chiara!

Il mondo è piccolo si sa, e a volte ti succede di conoscere casualmente delle persone che non avresti mai immaginato d'incontrare! La storia tra me e Simona nasce più di un anno fa, mi contattò per realizzarle la torta per il battesimo della sua piccola Chiara, poi per una serie di circostanze non se ne fece nulla, ma quella serie di telefonate mi avevano lasciato piacevolmente colpita, con la convinzione che dall'altra parte del telefono ci fosse una bellissima persona che però ahimè non avrei mai conosciuto!
A distanza di molto tempo, mi sono ritrovata in una riunione di quelle che si fanno spesso tra parenti e amici che prevedono la presentazioni di  vari prodotti e di conseguenza la vendita, e tra le risate mi hanno messo ad impastare una torta, in realtà tra me e me ho cominciato a pensare "ma proprio io, neanche un pò di relax!!", ma la presentatrice aveva un sorriso simpatico e coinvolgente e quindi mi sono lasciata andare!
Parla e riparla la presentatrice era la dolce Simona delle telefonate ed io la Bia che doveva fare la torta della sua bimba, da lì è nata la nostra bella amicizia e quest'anno ho finalmente realizzato la torta per la piccola Chiara!

 

 una dolce Tweety per festeggiare il suo 1° compleanno!

Allora che ne dite? meglio tardi che mai!vero? un bacio grandissimo a Chiara e a mamma Simona, vi voglio bene!
Bia

giovedì 23 agosto 2012

Torta per il 1°anno di Giulia con amici speciali


Questa è la torta per il 1°compleanno di Giulia! il suo papà Carlo mi ha contattata tanto tempo fa per poter realizzare la torta della sua bimba, ma vivendo in due città diverse il progetto e la realizzazione non sono stati semplici a causa proprio della distanza.
 A dire la verità Carlo mi ha dato "carta bianca" , dicendomi solo che insieme alla bimba avrebbe voluto il suo cane e il gatto....per il resto dovevo fare io...quindi spazio alla fantasia!!
Ma a me la "carta bianca" mi manda un pò in panico,soprattutto quando non ho davanti l'altra persona!

 Ah!dimenticavo....il tutto doveva essere una sorpresa per la sua bimba e per sua moglie...quindi top secret!
Così armata solo della mia fantasia e delle foto di una splendida bimba, di un cane e di un gatto, ho iniziato ad immaginarmi la piccola Giulia nel pieno dei festeggiamenti, sporcarsi le mani nella panna come solo da bambini si può fare, e dividere con i suoi amici a quattro zampe il dolce bottino!
La torta è stata consegnata in una torrida giornata d'estate ma i miei amici di zucchero hanno retto magnificamente senza farmi sfigurare...per tutto il resto che dirvi?
la sorpresa è riuscita benissimo, Carlo, la moglie e Giulia sono davvero rimasti contenti del mio lavoro e apprezzato la torta anche per la sua bontà! Io non posso che esserne felice, e ringrazio Carlo per la fiducia che ha riposto in me!
A presto!
Bia

venerdì 3 agosto 2012

Un pò di Londra...un pò di me!

La prima volta che sono andata a Londra, risale a molti anni fa, è stato in occasione del primo anniversario di matrimonio. Io e mio marito abbiamo scelto Londra, non perchè ci attraesse particolarmente come destinazione, ma perchè all'epoca erano appena uscite le compagnie low cost e compranno il biglietto per 1centesimo contro il parere di tutti che immaginavano già un viaggio fantozziano.
Il giorno della partenza tutti ci salutarono, nei loro occhi c'era quello sguardo dubbioso e sfiduciato, di chi ti guarda pensando di non rivederti più!
Per fortuna nostra non fu così, e nonostante il freddo gelido che incontrammo (Gennaio), Londra ci entrò nelle vene come una droga, come quel vento pungente che ti trapassa l'anima e non ti lascia più, così è ormai un classico per me e mio marito progettare la "scappatella "annuale a Londra, nonostante tutti ci dicano puntualmente "ancora?? ma che ci andate a fare??"
Ci siamo accorti negli anni di non essere dei malati, e abbiamo incontrato tante persone innamorate di Londra come noi, capaci di vedere le sue mille sfumature, i suoi mille colori, i suoi tanti volti, trovarsi magari in una stessa strada tante volte e accorgerti che non è mai uguale, ma che allo stesso tempo ti appartiene e ti senti come a casa!
Quest'anno siamo andati a Londra nel mese di Giugno, strano per noi che l'abbiamo vista sempre con  il suo abito invernale o quasi...ma avevo un corso al quale non potevo rinunciare!

Questa volta, soli e senza figli , nel tempo libero abbiamo cercato di ritrovare la Londra che avevamo conosciuto qualche anno fa, ma senza lo stress di chi vuol fare tanto, la parola d'ordine è stata relax!
Atterrati a Stansted abbiamo preso l'autobus Easyjet che ci ha portato in centro in circa 1ora e mezza, sicuramente tragitto più lungo che con il treno, ma ti da la possibilità di vedere una Londra urbana che altrimenti non vedresti.
Abbiamo alloggiato per la prima volta (noi da bravi italiani o trafalgar square o nulla) in un albergo Easyjet nei pressi di Victoria Station..................ne potete fare a meno!ahahahah!O meglio, correggo,se non volete spendere molto, è funzionale e comodo, certo non aspettatevi grandi cose, ma è pulito e a Londra è cosa rara!
Ovviamente la mia passione per i dolci qui ha pieno sfogo, e non mi faccio mancare nulla, per cui mercatini, bakery, cafè sono tutti miei...
laduree a covent garden il regno dei macarons

A Covent Garden oltre a  trovare sempre un delizioso mercatino, potete ascoltare musica dal vivo magnificamente rappresentata da artisti di ogni genere, mentre seduti ad un tavolino gustate la vostra birra.
La scoperta meravigliosa di quest'anno invece è stata Borough Market....


Gli inglese mangiano qui, in questo mercato, dove potete guastare qualsiasi tipo di leccornia, dal panino con la carne e il formaggio fuso appena fatto, alle ostriche, affondare in dolcissime mega-meringhe!
E ovviamente come farmi mancare la mia scorta di ......TORTE???
Anche se avevo giurato a mio marito che questa volta finito l'orario del corso non avrei parlato più di torte, non ho potuto fare a meno di andare da  Peggy Porschen....era proprio sotto il mio albergo,come potevo rinunciare??
Peggy Porschen
Poi dopo che per una giornata intera vai avanti e indietro come un matto, cercando di registrare il più possibile con la macchina fotografica del cuore, ti siedi in un caffè ti guardi in giro e ti ritrovi una donna davanti vestita così, che con tutta la naturalezza del mondo sorseggia il suo caffè pieno di panna, e mi sembra di essere in uno di quei libri che tante volte ho dovuto leggere all'università, ma questa volta lo vivo e mi incanto....
Il tempo è sempre troppo poco e dobbiamo ripartire, ma so che presto tornerò!!